Mollo tutto e cambio vita.

In un periodo in cui la mia generazione insegue il lavoro come una chimera, io ho deciso di mollare quel posto fisso e sicuro che avevo, per seguire quella vocina dentro di me che mi diceva che la mia vita non poteva continuare così.

In realtà non sapevo bene dove andare o cosa fare, ma sapevo perfettamente che quel posto dietro quella scrivania, con quel computer, non andava più bene per me. Il cartellino da timbrare era diventato la mia galera e sentivo che la mia vita stava scorrendo velocemente, senza che io le stessi dando il valore che meritava.

Il mio cervello si stava atrofizzando e il senso di inadeguatezza e tormento interiore, stava crescendo ogni giorno di più. Avevo come la sensazione  di fare un torto a me stesso, come se stessi sprecando il tempo prezioso che mi era stato donato, facendo cose di cui in realtà mi importava poco.

Sono arrivato al punto in cui, o si sceglieva di cambiare o avrei dovuto accettare il tutto senza lamentarmi. Lamentarsi non porta da nessuna parte e nessuno ci obbliga a fare quello che non vogliamo fare, bisogna solo avere il coraggio di muoversi, prendere coscienza che in fin dei conti siamo noi gli artefici del nostro destino e chi dice il contrario lo fa per comodità perché è molto più facile lamentarsi e nascondersi dietro le frasi “eh…se solo potessi”, “beato te che puoi, io non posso”, “che fortuna che hai tu…”. 

Io non ho nessuna fortuna e a dirla tutta, mi sto cagando anche un po’ addosso per questa scelta.

Ovviamente ci sono casi limite in cui davvero non si hanno scelte, ma non mi riferisco a quelli.

Non è stato facile scegliere di compiere questo passo e per questo devo ringraziare Kristina, che è sempre stata accanto a me, soprattutto nei momenti difficili. Mi ha sempre incoraggiato a seguire i miei sogni. Mi ha insegnato a non aver paura di cambiare. 

Ringrazio i miei vecchi colleghi d’ufficio e amici che hanno sempre creduto in me. 

Ringrazio i miei nuovi colleghi/amici (viaggiatori), con i quali stiamo cercando di dar vita a qualcosa di bello.

Infine ma non certo per importanza, ringrazio la mia famiglia, i miei genitori in particolare. 

Proprio in questi momenti mi rendo conto di poter affermare con certezza di avere i genitori migliori del mondo perché capisco bene tutte le loro preoccupazioni. Un figlio che lascia un posto fisso per ”chi lo sa” non è facile da accettare immagino e, nonostante tutto, sono lì ad incoraggiarmi e supportarmi in tutte le mie scelte. Senza il loro appoggio non credo avrei la forza di fare quello che faccio quindi va a loro il mio grazie più grande.

Grazie anche tutti voi che mi seguite, perché con i vostri messaggi alla fine di un viaggio, i vostri incoraggiamenti, mi fate capire che probabilmente è questa la strada, seppur molto impervia, da seguire.

Buona vita a tutti e buona strada

Stefano

Scritto da admin

Corsi correlati a questo articolo:

Viaggio di gruppo alle Hawaii

Viaggio di gruppo alle Hawaii

ALLA SCOPERTA DELLE HAWAII, UN PARADISO TERRESTRE CHE NON DIMENTICHERETE MAI 15 giorni tra l'..

2.750,00€ IVA esclusa: 2.750,00€

Viaggio di gruppo Far West

Viaggio di gruppo Far West

Questo non è un viaggio, questo è IL viaggio. Il vecchio West on the road. Assaporerem..

2.550,00€ IVA esclusa: 2.550,00€

Scrivi un Commento

Nome:
 
Commento:
Attenzione: HTML non tradotto!

0 Rispondi A: "MI LICENZIO"